Home Categorie COP 21, Descalzi, Eni: necessario uno sviluppo low carbon

COP 21, Descalzi, Eni: necessario uno sviluppo low carbon

written by Redazione News 9 febbraio 2016
COP21 riscaldamento globale

COP 21: il pensiero di Descalzi

In un’intervista rilasciata il 29 novembre 2015 a Il Sole 24 Ore, Claudio Descalzi, A.d. di Eni, ha commentato gli accordi preliminari per la Cop 21 – la Conferenza internazionale sul clima – che si è svolta a Parigi dal 30 novembre al 12 dicembre 2015. 

Descalzi ha sottolineato che

“gli impegni annunciati dai partecipanti durante la preparazione della Conferenza non sono sufficienti: per limitare l’aumento della temperatura a fine secolo a 2°C rispetto all’epoca pre-industriale si deve puntare su un modello di sviluppo low carbon”

Secondo gli studi più autorevoli, nel 2030 più dei due terzi del fabbisogno di energia sarà soddisfatto grazie ai combustibili fossili, mentre l’energia eolica e solare arriveranno a soddisfare solo il 6% della domanda.

In questi anni l’Europa ha dato il buon esempio, ma produce solo per il 10% delle emissioni e pertanto i suoi risultati non bastano da soli a modificare i trend globali.

Le scelte sulle energie rinnovabili hanno portato a costi dell’energia tre volte superiori a quelli americani e poi, nel definire una strategia per accompagnare lo sviluppo delle rinnovabili, invece di puntare sul gas naturale, l’Europa ha affidato tutto al solo mercato e ha ottenuto come esito un boom della risorsa più economica disponibile: il carbone.

COP 21: la posizione di Eni

Eni è convinta che il gas naturale sia complementare alle rinnovabili e che contribuirà a soddisfare buona parte del fabbisogno mondiale di energia nei prossimi decenni e per questo continua a investire nella catena del gas naturale, che al momento rappresenta il 50% del portafoglio Eni.

Eni ha adottato una rigorosa politica di gestione dei rischi legati ai cambiamenti climatici che le hanno consentito di abbattere, tra il 2010 e il 2014, le emissioni di C02 del 27%, contribuendo inoltre alla costituzione dell’Oil & Gas Climate Iniziative (Ogci), una piattaforma comune con le altre major per la promozione di tutte le misure utili a ridurre le emissioni. Assieme a 5 compagnie petrolifere europee ha richiesto, proprio in vista di Cop 21, l’introduzione a livello mondiale di meccanismi di carbon pricing.

Per Descalzi va fissato il pilastro di un’intesa internazionale che vincoli sia i Paesi avanzati sia quelli emergenti e favorisca l’affermazione di un paradigma low carbon.

Summary
COP 21, Descalzi, Eni: necessario uno sviluppo low carbon
Article Name
COP 21, Descalzi, Eni: necessario uno sviluppo low carbon
Description
Pensiero dell'AD di Eni rispetto alle posizioni del COP 21, la conferenza mondiale sul clima di parigi del novembre 2015
Author
Publisher Name
E-cology.it
Publisher Logo
Condividi:
0 comment

Altri articoli che possono piacerti