Home Green Tech UP Underground Power: la startup che trasforma l’energia cinetica in elettrica

UP Underground Power: la startup che trasforma l’energia cinetica in elettrica

written by Alessandro 4 gennaio 2013
energia cinetica in elettrica

UP nasce da un progetto del 2007 che si proponeva di trovare un’applicazione industriale ad una serie di studi inerenti alla generazione di energia partendo dal moto ondoso. Queste ricerche saranno poi adattate al moto cinetico terrestre con la realizzazione di un prototipo di rallentatore stradale in grado di generare energia dal traffico urbano. UP diventa cosi sinonimo di CleanTech e di Tecnologia Italiana brevettata; progettata e fabbricata nel nostro paese per poi essere commercializzata sul mercato globale col fine di produrre energia dall’ambiente circostante. Underground Power nasce per diventare l’azienda leader nell’ideazione e produzione di sistemi capaci di convertire il moto lineare in energia elettrica e si configura oltretutto come sviluppatore e produttore di dispositivi di “energy harvesting”, cioè quei dispositivi in grado di raccogliere e convertire l’energia ambientale.

LYBRA è il nome della piattaforma prodotta da Underground Power, sostanzialmente un meccanismo di rallentamento stradale in grado di trasformare l’enorme quantità di moto cinetico prodotto dal traffico in energia elettrica CO2 free. Un dispositivo modulare alto 10 cm, largo 3 metri e lungo 1 metro, che può essere installato nelle zone di decelerazione e compensare la CO2 prodotta dal traffico con il traffico stesso.

lybra_up_underground_power

Questa tecnologia interpreta un nuovo approccio alle tecnologie “verdi” e svolge contemporaneamente quattro differenti funzioni fondamentali per il miglioramento della vita cittadina:

1- Rallentare le autovetture.
2- Raccogliere la loro energia cinetica.
3- Converte l’energia cinetica in elettrica.
4- Cede questa energia alla rete elettrica nazionale.

FUNZIONAMENTO: Ogni volta che un’autovettura rallenta da 50 a 20 km/h essa disperde poco più di 20 Wh di energia. Una piccola quantità se presa singolarmente, ma se si considera un incrocio o una rotatoria mediamente trafficata, l’ammontare arriva a più di 500,000 kWh l’anno, energia che è interamente sprecata in calore e gas di scarico a ogni STOP.  Quando un’autovettura transita sopra un modulo LYBRA, essa è rallentata e cede automaticamente una parte della propria energia cinetica alla struttura che la converte in energia elettrica attraverso l’uso di un generatore.
Le caratteristiche principali che rendono questa piattaforma un’alleata fondamentale nella battaglia all’inquinamento sono molteplici:

1- Non altera le abitudini dei cittadini.
2- È facile da installare.
3- Ha ridotto costi di manutenzione.
4- Presenta un’elevata efficienza.
5- Ha un design compatto.

MERCATO: i dispositivi sviluppati da Underground Power si rivolgono al settore del traffico veicolare, caratterizzato da una forte densità di utenza e dagli elevati costi sociali dovuti ai numerosi incidenti stradali.

Ogni anni 37 miliardi di veicoli transitano sulla rete autostradale nazionale. Interporti, caselli autostradali, incroci, parcheggi e stazioni di sosta hanno la caratteristica comune di essere zone di rallentamento nelle quali l’energia cinetica del veicolo è dispersa.

Recuperare una parte di quell’energia sprecata consentirebbe di produrre energia elettrica in modo alternativo a beneficio di una maggiore sicurezza stradale.

Per maggiori informazioni:
Website www.upgen.it
Email info@upgen.it
Facebook

Fonte | UP Underground Power

Condividi:
0 comment

Altri articoli che possono piacerti