Home Green Tech Ecodyger: prevenzione, riduzione e riciclo dei rifiuti organici alla fonte

Ecodyger: prevenzione, riduzione e riciclo dei rifiuti organici alla fonte

written by Alessandro 9 dicembre 2014
Ecodyger: prevenzione, riduzione e riciclo dei rifiuti organici alla fonte

Ecodyger è una nuova tecnologia ed elettrodomestico che riduce i rifiuti organici dal 70% al 90%. Ecodyger inoltre trasforma i rifiuti organici in una risorsa naturale che può essere usata in molti modi. Il processo di trasformazione di Ecodyger produce due residui: uno solido ed uno liquido. Il residuo solido di Ecodyger, privo di cattivi odori e senza germi e batteri, può essere usato come fertilizzante naturale in agricoltura o per le proprie piante e giardini. Il residuo liquido può essere scaricato in fognatura come avviene per lavatrici e lavastoviglie.

Obiettivo: cancellare quasi 100 milioni di tonnellate di rifiuti

Ogni anno in Europa si generano 252 milioni di tonnellate di rifiuti. Di cui il 35% sono rifiuti organici, quasi 90 milioni di tonnellate. Se in tutta Europei si utilizzasse Ecodyger, riusciremmo a produrre oltre 60 milioni di tonnellate di rifiuti organici in meno ed avremmo al loro posto quasi 10 tonnellate di fertilizzante naturale prodotto a km zero.

L’utilizzo di Ecodyger ha un forte impatto sulla Carbon Footprint, perchè si evita la raccolta, il trasporto e il conferimento dei rifiuti. Ecodyger è nato interpretando la filosofia Zero Waste, per limitare il più possibile le emissioni di CO2.

Pensato per attività commerciali e famiglie

Ecodyger oggi è disponibile nella versione professionale. Pensata per chi produce molti rifiuti organici come ristoranti, hotel, ospedali, mense, ristorazione collettiva e supermercati.

La versione domestica, di cui stanno ultimando i test in questi mesi, è una versione più piccola dedicata alle famiglie. L’obiettivo è quello di lanciarla presto sul mercato.

Brevetto mondiale con tecnologia Made in Italy

Ecodyger è nato da un gruppo di startupper italiani. Un idea e prodotto made in Italy frutto di una ricerca durata oltre 3 anni e concretizzata con un forte brevetto a carattere mondiale. Il team di sviluppo di Ecodyger è coordinato da un chimico nucleare esperto del comportamento del materiale organico affiancato da un fisico dei plasmi. Proprio grazie all’elevata innovatività della sua tecnologia, Ecodyger ha già vinto a fine 2012 lo UK-Italy Nautical Innovation Award. Lo stesso Sole 24 Ore ha segnalato Ecodyger come una delle tecnologie che permette il riciclo di rifiuti organici alla fonte.

Ecodyger è frutto dell’idea ed esecuzione di Davide e Francesco Paolillo. Già operanti nel settore elettrodomestico e dell’automazione. I fratelli Paolillo hanno in passato lavorato con grandi aziende come Whirpool, Smeg e Kartell.

Potete trovare tutte le informazioni relative ad Ecodyger su www.ecodyger.com.

 

Condividi:
0 comment