Home Categorie Ecoincentivi 2010: breve guida

Ecoincentivi 2010: breve guida

written by Alessandro 12 aprile 2010

Ecoincentivi 2010: breve guida

Ecoincentivi 2010

Come accennato nell’articolo dell’undici aprile, gli ecoincentivi 2010 sono uno degli argomenti salito alla ribalta della cronaca giornalistica nelle ultime settimane. Incentivi che sono attesi dalla stragrande maggioranza di coloro che vogliono rinnovare soprattutto il loro “parco elettrodomestici”. Per quest’anno sono previsti incentivi statali infatti per elettrodomestici ma anche per motocicli ed edilizia oltre che per abbonamenti Adsl ed altri ambiti ancora da definire nello specifico. La cifra massima che potrà essere erogata per famiglia è pari a 7000 Euro e quindi molto consistente.

Si stanno valutando quindi le modalità per procedere in tal senso e, come spesso accade, la frenesia che accompagna questa iniziativa statale porta con sé anche molta confusione sul come procedere per ottenere tali benefici. Per questi ecoincentivi potremmo essere più precisi dopo il 15 Aprile. Inoltre, come visto in un precedente articolo, sono previsti grandi incentivi per le case “ecologiche”.

Adesso vi spieghiamo come procedere quindi all’acquisto di un “immobile verde”.

Il primo passo da compiere precede l’acquisto dell’abitazione. E’ necessario infatti concordare con il venditore dell’immobile la richiesta degli ecoincentivi 2010 per le abitazioni ad alta efficienza energetica. E’ necessario poi fare richiesta all’Enea del certificato di classe energetica, che comporterà la compilazione e la spedizione di un modulo dedicato al quale dovrà essere allegata la documentazione tecnica dell’immobile.

Ecoincentivi 2010

Far prenotare l’ecoincentivo dal venditore: questo va fatto almeno 20 giorni prima del rogito tramite il servizio realizzato ad hoc dalle Poste Italiane. Nota bene: senza certificato, la richiesta verrà respinta. Passati 20 giorni dalla conferma della prenotazione degli incentivi, può essere effettuato il rogito.

La documentazione deve riportare i riferimenti alla prenotazione dell’ecoincentivo casa, allegando anche il certificato di attestazione energetica rilasciato. Entro 45 giorni dal rogito l’acquirente deve trasmettere al servizio predisposto da Poste Italiane copia originale del rogito, debitamente corredata dagli estremi di prenotazione. A questo punto, Poste Italiane si impegna a rimborsare il venditore dell’incentivo di cui chi ha acquistato l’immobile ha usufruito in fase di compravendita.

Condividi:
0 comment

Altri articoli che possono piacerti