Home Notizie La Natura vince sempre: Sydney’s Floating Forest

La Natura vince sempre: Sydney’s Floating Forest

written by Stefano Suzzi 16 maggio 2013
La Natura vince sempre: Sydney’s Floating Forest

Qualche giorno fa ho visto una foto meravigliosa, che poi è quella che trovate qui sopra. Ritrae come vedete una nave arrugginita con una meravigliosa foresta di mangrovie a bordo. Mi ha colpito molto, al punto che ho deciso di capire nell’ordine:

  1. Se esistesse davvero
  2. Dove si trovasse
  3. Quale fosse la sua storia

E dopo una breve ricerca (Dio benedica Google) ecco la risposta a queste tre domande. Le prime due risposte, a dire il vero, sono abbastanza rapide. La foto è vera e ritrae quella che viene chiamata Floating Forest (Foresta Galleggiante). Si trova a Sydney, in Australia. Ora c’è da capire quale sia la sua storia.

A quanto pare, a Sydney esiste quello che è chiamato “il Cimitero delle Navi”. In pratica un luogo dove nel corso degli anni molte navi sono state abbandonate a “morire” incagliate al basso fondale.Per chi dovesse conoscere Sydney, ho scoperto che si trova vicino al villaggio olimpico, nella Homebush Bay…ma non chiedetemi di più.

Fatto sta che nel Cimitero delle Navi di Sydney ci sono moltissimi relitti. In tanti dicono che l’aria del luogo sarebbe anche abbastanza lugubre, se non fosse per la SS Ayrfield, una nave cargo costruita nel 1911, che oggi è chiamata da tutti Floating Forest.

Anche la sua storia come nave e non come Floating Forest è interessante, quindi partiamo dall’inizio. Dopo i primi anni di calma a navigare nei mari Australiani, durante la Seconda Guerra Mondiale la SS Ayrfield fu utilizzata per trasportare rifornimenti alle truppe Statunitensi dislocate nell’area del Pacifico, ad esempio Pearl Harbour. Nel 1950, fu venduta a una società mercantile e iniziò a compiere continui e lunghissimi viaggi di collegamento tra Sydney e Newcastle, in Inghilterra. Fino al 1972, quando venne deciso di abbandonarla nella Homebush Bay.

Ma invece di finire una gloriosa carriera nell’oblio di uno “shipwreck”, il termine inglese che definisce questi luoghi dove vengono abbandonate le navi in disuso (eviterò di analizzare le conseguenze ambientali di questa pratica, facciamo finta di niente), è stato allora che è iniziato il mezzo miracolo che potete vedere oggi.

La SS Ayrfield è stata letteralmente conquistata dalla foresta di mangrovie che si trova sulla terraferma a pochi metri dal relitto. Anno dopo anno, è stata sempre più “invasa” fino a sviluppare a bordo della sua chiglia arrugginita e semi-sommersa una vera e propria foresta. Si presenta così oggi come uno dei più grandi esempi della forza della natura. Una splendida ed unica foresta galleggiante di mangrovie che attrae fotografi da tutto il mondo, pronti ad immortalare l’ennesima vittoria della natura sull’uomo.

Follow us on Twitter:

@SteSuzzi

@SusBlink

@BlogEcology

Condividi:
0 comment

Altri articoli che possono piacerti