Home Notizie Tutelare l’ambiente consumando di meno

Tutelare l’ambiente consumando di meno

written by Alessandro 18 luglio 2018
Tutelare l’ambiente consumando di meno

Per risparmiare energia purtroppo il clima non aiuta, nè lo farà in futuro. Il bel Paese affronta estati più calde e precoci e ciò comporta un uso smodato dei condizionatori che nel frattempo si sono diffusi a macchia d’olio. A temperature sopra i 32 gradi, complice anche il livello di umidità, nella pianura padana (ma un po’ ovunque), si azionano milioni di condizionatori e questo genera un sovraccarico delle centrali elettriche con conseguenze nono positive sull’ambiente.

Non che in inverno ci siano minori motivi di preoccupazione. Più in generale l’essere umano aumenta sempre di più il fabbisogno energetico e ciò, unitamente alle conseguenze provocate dall’inquinamento dell’aria, sta causando ingenti danni al pianeta e a chi ci abita. Saper scegliere la combinazione giusta tra le migliori offerte luce e gas è un’attività da fare con riguardo anche per gli effetti sull’ambiente.

Nonostante il livello di attenzione sia molto alto, in generale nelle case degli italiani non si parla a sufficienza del problema ecologico e quindi energetico. In questo articolo affrontiamo il tema fornendo dei consigli su quali comportamenti tenere per ridurre il nostro consumo energetico. Al momento sembra questa la via a maggiore impatto da adottare per invertire la tendenza. Oltretutto questi consigli riducono anche la spesa pro capite quindi male non fanno!

Ridurre i consumi con un po’ di attenzione ed informazione

L’elettrodomestico giusto vale la spesa

Non bisogna perdere l’opportunità di sostituire un vecchio elettrodomestico con uno nuovo a più alta efficienza energetica. Quelli di classe A++ o A+++ gestiscono meglio la potenza elettrica e hanno bisogno di molto meno quantitativo.

Fai attenzione in maniera particolare a quelli che per funzionare hanno bisogno di un motore. Ti faccio un esempio pratico. Nelle case, a volte, bisogna tapparsi le orecchie o addirittura uscire fuori quando si aziona l’aspirapolvere. E’ curioso che quelli che vendono di più, o quelli più ambiti, siano anche quelli che hanno bisogno di una potenza maggiore. Ma com’è possibile azionare una turbina per aspirare qualche briciola di pane? Eppure è una vera mania un po’ come le macchine potenti per un uomo, lo stesso concetto vale per questi mostri energetici, il più delle volte inutili per l’effetto che hanno.

Non si discute l’utilità ma la mancanza di obiettività quando li si acquista. Le aziende fanno a gara per massimizzare la pubblicità sulla potenza, come per il numero di giri del cestello di una lavatrice. Facciamoci qualche domanda in più ed oltre ad andare sui modelli A+++ magari cerchiamo di capire se dispongono di programmi saving o di che potenza si tratti. Le offerte luce e gas a cui aderiamo servono e si massimizzano solo di fronte ad un comportamento consapevole.

Il sole è gratis

E’ un fatto che il sole non si paghi. Ne approfittiamo abbastanza di questa generosità? Ci sono molti modi per limitare i consumi, uno è sicuramente quello di scegliere la casa con l’orientamento migliore al sole. Una casa con le camere all’ombra avrà necessità di riscaldarsi maggiormente in inverno, probabilmente l’ambiente interno non sarà dei migliori causa le muffe che si sprigionano con l’umidità.

E’ solo un esempio che mostra come compiamo delle scelte estetiche o economiche di brevissimo periodo senza valutare l’impatto su noi stessi e sull’ambiente. Attivare una delle offerte luce e gas ti dà modo di risparmiare, ancora di più se parti in discesa.

Lampadine che consumano di meno ma poi non lo fanno perché?

Con l’arrivo delle lampadine a minor impatto energetico c’è stata la corsa agli acquisti. Ora tutti ne abbiamo una. Poi si è saputo che quelle dalla luce blu facevano male, ed allora sono uscite quelle dai toni caldi. Altri acquisti. Dopo un po’ di tempo queste lampadine che vantavano migliaia di ore di funzionamento si sono spente. Diciamo pure che alcune marche non hanno fatto dei prodotti all’altezza ma ciò che fa riflettere è la focalizzazione sull’oggetto “tecnologico” e non l’utilizzo che se ne fa. Sarebbe semplice, per risparmiare, usare la luce quando serve e spegnerla quando non serve più. Il primo livello di attenzione è sull’utilizzo, per cui l’educazione in casa deve passare anche da questi semplici gesti. Come pure quello di spegnere TV e Pc se non utilizzati perché andranno avanti a consumare anche in stand by.

Impostare il termostato a 20 gradi

C’è un buon motivo oltre a quello del consumo energetico, per impostare il termostato di casa non oltre i 20 gradi. Devi sapere che gran parte dei mobili che hai in casa è fatto di sostanze tossiche che possono diventare volatili sopra i 20 gradi. E’ l’inquinamento indoor, talvolta ancora più subdolo di quello outdoor. Risparmia con il termostato, con le offerte luce e gas e prendi informazioni anche sulle valvole termostatiche che mantengono costante il livello di calore per ciascun ambiente.

Deumidifica con il condizionatore

La funzione di deumidificazione è più light in termini di consumo, inoltre vedrai che il fresco sarà immediato e diffuso. Ti sei mai chiesto perché di inverno a 20 gradi senti freddo e in estate no? La differenza sta nel livello di umidità.

Si può continuare a lungo con consigli di questo tipo, ciò che più preme è la capacità di ragionamento che dobbiamo avere nei piccoli gesti quotidiani. Facciamo attenzione all’essenza di ciò che utilizziamo, un ferro da stiro si può spegnere prima della fine del suo utilizzo, stessa cosa vale per il forno.

Condividi:
0 comment

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami